L’ospedale pediatrico sarà una grandissima occasione di crescita culturale, economica, sociale per tutto il territorio salentino: un polo pediatrico con queste caratteristiche fungerà anche da volano culturale per il miglioramento complessivo delle cure attraverso attività di formazione, ricerca clinica e applicata ai processi assistenziali.
Rappresenterà anche un impulso per lo sviluppo economico, favorendo, in via indotta e attraverso il collegamento con enti di ricerca quali l’Università del Salento e il CNR, il sorgere e l’ampliamento di attività di ricerca e imprenditoriali, soprattutto nelle aree dell’elettronica, dell’informatica, della biologia, del controllo dei processi e dei materiali. Si creerà un indotto per favorire l’espansione economica polisettoriale; Tria Corda vuole offrire al Salento realtà come il Meyer di Firenze, il San Gerardo di Monza, la Città della Speranza di Padova, strutture modello nate dalla sensibilità della società civile e impostesi all’attenzione del mondo scientifico con risultati di alto profilo professionale.