CONGRESSO TRIA CORDA 2019- Un Polo Pediatrico per i ragazzi salentini “Il Bambino e le cronicità”

Lecce, 29 e 30 Marzo 2019 – Castello Carlo V

Il congresso Un Polo Pediatrico per i ragazzi salentini. Il Bambino e le cronicità”  si svolgerà a Lecce, il 29 e 30 Marzo 2019 – presso il Castello Carlo V.

Il tema congressuale scelto quest’anno dal Comitato scientifico dell’associazione Tria Corda Onlus, dedicato ai bambini e agli adolescenti affetti da malattia Cronica, vuol essere un ulteriore contribuito alla nascita del polo pediatrico salentino presso l’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce.

Le patologie croniche in età pediatrica, incidono pesantemente sia sulla qualità della vita di chi ne è affetto e delle loro famiglie, che sul SSN, in termini di risorse economiche ed umane, richiedendo competenze professionali specifiche e strutture adeguate all’attuazione di percorsi di diagnosi e cura.

La patologia cronica, secondo la definizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, è una patologia che presenta una o più delle seguenti caratteristiche: è permanente; tende a sviluppare un tasso di disabilità variabile; è causata da un’alterazione patologica non reversibile; richiede una formazione speciale per il raggiungimento di una buona qualità della vita; necessita di un lungo periodo di controllo, osservazione e cura. Le patologie croniche in età pediatrica sono, quindi, un problema di grande rilevanza sociale e la loro diagnosi precoce può fare la differenza. Solo per fare alcuni esempi, gli screening oculistico, audiologico e metabolico in età pediatrica assumono una grandissima importanza, permettendo di evidenziare patologie che passerebbero inosservate, in rapporto all’età dei piccoli.

Riguardo le fasce d’età, quella maggiormente colpita è proprio quella dai 0 ai 5 anni (61,8%), ovvero quella in cui la diagnosi tempestiva può ridurre o anche evitare l’irreversibilità del danno nel bambino. Segue come incidenza di patologia cronica il 44,1% tra i 6 e gli 11 anni ed il 55,9% di casi tra i 12 e i 18 anni

La risposta dei bambini a un’alterazione cronica del proprio stato di salute dipende molto dallo stadio di sviluppo in cui questa esordisce.

I bambini con patologie croniche insorte durante l’infanzia risponderanno diversamente rispetto ai bambini in cui tali condizioni siano insorte durante l’adolescenza. I bambini in età scolare solitamente possono essere impossibilitati a frequentare la scuola e a relazionarsi adeguatamente con i coetanei.

Gli adolescenti possono scontrarsi con l’incapacità di raggiungere la propria indipendenza qualora debbano richiedere assistenza ai genitori e ad altre persone per molte delle loro necessità quotidiane; i genitori devono quindi incoraggiare l’adolescente ad avere fiducia nelle proprie capacità e devono evitare un’eccessiva protezione. Gli adolescenti, inoltre, trovano particolarmente difficile essere considerati come “diversi” dai coetanei.

Per quanto riguarda i disagi psicologici, ci sono bisogni specifici, legati alle varie fasi della età, che vengono spesso ignorati; per il 70% dei bambini o ragazzi affetti da una malattia cronica o rara, la prima difficoltà sta nel comunicare la propria patologia e i due terzi lamentano difficoltà a partecipare alle attività scolastiche ed extrascolastiche. Una particolare forma di cronicità è quella associata alle malattie rare. Il convegno che si articolerà nelle giornate del 29 e 30 Marzo, avrà inizio con la valutazione globale sulle problematiche della pediatria nel mondo attuale attraverso la lettura magistrale del Prof. Delgado Rubio, inoltre prevede un’ampia disamina delle patologie croniche più frequenti in età pediatrica, proponendo  percorsi di diagnosi, prognosi e cura  di tali patologie, in ottemperanza alle indicazioni delle più recenti linee guida e basandosi sul concetto di multidisciplinarietà ed un approccio  multimodale.

Il convegno si propone anche di dare risposte per ciò che concerne l’integrazione tra assistenza primaria e specialistica, la continuità tra ospedale – territorio e l’assistenza domiciliare, ma soprattutto la valutazione e l’impatto psicosociale delle strutture sanitarie in età pediatrica. L’integrazione sociosanitaria e i Percorsi diagnostici-terapeutici, che ad oggi trovano attuazione solo in alcune realtà, rappresentano un obiettivo che potrebbe trovare attuazione nella concezione e nella realizzazione del Polo Pediatrico Salentino, che prevede la realizzazione della Rete Pediatrica per l’assistenza al cronico nel nostro territorio.

ISCRIZIONE E MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione al convegno è gratuita e a numero chiuso.

Saranno accettate le prime 200 iscrizioni in base all’arrivo delle stesse.

La richiesta di partecipazione dovrà pervenire alla Segreteria Organizzativa, mediante l’apposita scheda da inviare a mezzo fax allo 0832.868090 o via e-mail a: segreteria@mittsolutions.com

 

Scarica il modulo d'iscrizione ora Scarica l'opuscolo

 

ECCO IL PROGRAMMA COMPLETO