Grande attesa per la nona edizione del “Premio Civetta, Citta di Castrì”, iniziativa organizzata come ogni anno dall’amministrazione comunale, in collaborazione con l’associazione culturale “La Civetta”.
Nel corso della serata, che si terrà in piazza Caduti, sabato 9 settembre, a partire dalle 21.00 e che sarà condotta dal direttore artistico della manifestazione, il giornalista Rai Vito Bruno, verranno premiate con delle preziose sculture alcune personalità italiane che si sono distinte per la loro attività di elevato impegno culturale, sociale e di solidarietà.
Il prestigioso riconoscimento, quest’anno, verrà consegnato anche a Tria Corda, Onlus che dal 2012 è impegnata nella realizzazione del Polo Pediatrico del Salento. La serata prevede, inoltre, un momento dedicato alla consegna della borsa di studio “Stefano Ingrosso” ad uno studente meritevole di Castrì di Lecce.
Il “Premio Civetta” negli anni è divenuto un appuntamento culturale e sociale nel quale, Franco Arigliani, presidente dell’associazione “La Civetta”, crede tantissimo. Con questo riconoscimento a eccellenze italiane ed in particolare a Tria Corda, conferma l’attenzione riposta a realtà sociali, impegnate da anni ad alleviare le sofferenze psicofisiche dei bambini malati, creando un polo d’eccellenza pediatrico a Lecce.

Arigliani sottolinea che “Il premio viene assegnato all’Associazione “TRIA CORDA” Onlus per la sensibilità umana e professionale verso i piccoli ammalati. Le attività permanenti e disinteressate dei professionisti e dei volontari, nella realizzazione di un Polo Pediatrico nel Salento, fanno dell’Associazione stessa un simbolo di civiltà e amore per il prossimo”.

Il Presidente di Tria Corda, Antonio Aguglia, si dice gratificato di tale riconoscimento e ribadisce che “operare sul nostro territorio non è facile, ma ci credo profondamente, il percorso seguito fino ad ora getta uno sguardo complessivo su questa fase molto significativa per l’associazione e sugli avanzamenti concreti che sono stati ottenuti. Emerge una coerenza di sistema e la razionale interconnessione tra le componenti di un universo articolato, ma riconducibile a un’unica missione e a dei valori portanti che ne indirizzano il compimento: creare il Polo pediatrico del Salento. Siamo molto orgogliosi di tutto ciò. Ciò si concretizza in progetti e iniziative che lavorano con diversi obiettivi: 1) creare un Polo Pediatrico d’eccellenza 2) accompagnare i bambini nella loro crescita e 3) unificare degli intenti di organi politici, enti pubblici, comunità locali e di privati sostenitori, al fine della realizzazione di un Ospedale pediatrico. I prossimi step sono la realizzazione di terapia intensiva pediatrica e di reumatologia pediatrica. Il “Vito Fazzi” di Lecce diventerà un punto di eccellenza pediatrico in pochi anni. Aguglia ringrazia sentitamente il Presidente dell’associazione “La Civetta” e spera in una sempre più partecipazione e sensibilità per il raggiungimento dell’obiettivo prefisso.