Si è conclusa ieri la seconda serata della prima edizione della Mostra Mercato al Chiaro di Luna a Scorrano. Tanti gli ombrellini venduti, il cui ricavato andrà a Tria Corda.

All’ombra del Palazzo del Comune, nelle Piazze di Scorrano, e soprattutto in via Umberto I, avrà luogo la prima edizione di “MOSTRA MERCATO AL CHIARO DI LUNA”, organizzata in collaborazione con il Comune di Scorrano e l’Associazione Commercianti ed Artigiani.

L’Amministrazione Comunale, con questa iniziativa, intende valorizzare lo sviluppo economico, sociale e culturale della Comunità, promuovendo la partecipazione imprenditoriale locale per la realizzazione del bene comune. Ma sarà, anche, un grande evento di solidarietà e amore per il prossimo.

A partire da domani, 27 luglio, si svolgeranno tre giornate il cui filo conduttore è l’inno alla vita. Domani ci saranno incursioni urbane di poesia, musica e arte, il 24 agosto sarà una serata dedicata alle emozioni. Tanti saranno i laboratori organizzati per i bambini. Presenza speciale quella della psicologa Anna Grazia Schito, che insieme ai ragazzi, riprodurrà personaggi del cartone “Inside out”. Inoltre, saranno presenti i Future Light, artisti di strada, che con figure luminose, sagome giganti, illumineranno col loro passaggio il centro storico. Sarà una performance fiabesca eseguita da trampolieri e danzatrici in splendidi ed elegantissimi costumi alati, completamente illuminati con luci a led e segneranno un percorso tra le vie del paese, regalando ai bambini momenti magici. Il 7 settembre si terrà l’evento conclusivo della manifestazione, il cui obiettivo è la costruzione di identità dei bambini, adulti del futuro.

In queste giornate Via Umberto I sarà piena di ombrellini colorati. Ad ogni colore corrisponderà un sentimento e sarà unito ad una frase di un poeta. Gli ombrellini saranno venduti nelle tre serate ed il costo è di 5 euro. L’amministrazione ha deciso di devolvere il ricavato a Tria Corda Onlus, perché i bambini sono il futuro e la speranza di un mondo migliore. Inoltre, in tutta la città ci saranno dei salvadanai per la raccolta fondi per la realizzazione del Polo Pediatrico del Salento, obiettivo della Onlus.

La figura del Sindaco Guido Stefanelli, unitamente alla Consigliere del Commercio Annagrazia De Cagna, hanno inteso individuare il tema inno alla vita nella convinzione, che il commercio sia vita e la vita ed il futuro sono i bambini. Ecco perché hanno pensato di organizzare questo evento principalmente per i bambini ed hanno deciso di sostenere Tria Corda Onlus, organizzando tre giornate di gioco, allegria, arte, musica, per ricercare il bene di tutti, ma in particolare dei bambini. Evento fortemente voluto dal Sindaco e dall’Amministrazione Comunale perchè il commercio è l’anima di un paese, così come i bambini sono il futuro. Continua il Sindaco “Grazie ad un tessuto imprenditoriale attivo e attento alle esigenze dei bambini, che ha deciso di mettersi al fianco dei piccoli, si è potuto organizzare questo evento, che siamo sicuri sorprenderà e attrarrà molte persone, non solo per la bellezza e l’originalità, ma anche per il fine”.

Sarà esattamente come ad Agueda, in Portogallo, dove per primi hanno dato vita a questo genere di street art o come nelle città della Spagna del Sud, dove il fenomeno si è propagato in pochissimo tempo tingendo di mille colori il cielo attraverso semplicissime installazioni. Ma se è vero che ci vuole molto poco per cambiare i connotati dei nostri centri storici, l’idea di disporre decine di ombrelli colorati a mo’ di tetto stellato sulle teste dei frequentatori delle strade della movida cittadina, e perché no, anche dei visitatori che si spingono nelle caratteristiche stradine che conducono nel centro storico, è stata davvero straordinaria, soprattutto per il fine per il quale è stata organizzata.

Ecco le parole di Annagrazia De Cagna “Come delegata al Commercio ho inteso organizzare la Mostra Mercato per promuovere l’imprenditoria locale per realizzare il bene comune. Trattasi di un progetto pilota volto a ridefinire le regole del settore dell’attività produttiva, al fine di incidere sullo sviluppo economico del paese. Con questa missione si animerà il cuore del centro cittadino di Scorrano”.

Antonio Aguglia, Presidente di Tria Corda Onlus ringrazia l’amministrazione comunale di Scorrano per aver scelto la Onlus “Il nostro obiettivo è realizzare il Polo Pediatrico del Salento sempre più a misura di bambino; per far questo dobbiamo aprire le porte alla cittadinanza.
Scambiarci storie, colori e risate”.

L’intento di Tria Corda è dare un’organizzazione razionale ed efficiente all’area pediatrica salentina. La proposta, recepita in un Protocollo d’Intesa con la Regione Puglia, prevede la creazione di una struttura specialistica di secondo livello, che operi come centro di riferimento per le strutture pediatriche di primo livello presenti nelle ASL di Lecce e in stretto collegamento con la pediatria del territorio. Propone un modello organizzativo basato sull’ Hub & Spoke, letteralmente mozzo e raggi, in cui ci siano uno o pochi centri di eccellenza (sedi hub) e centri periferici (spoke), che collaborino per ridurre la migrazione di pazienti verso i centri specialistici di altre regioni, alla ricerca di risposte per problemi sanitari complessi, che in loco non si riescono a trovare; fenomeno che grava negativamente sui bilanci della sanità pugliese e comporta costi ragguardevoli per le famiglie sul piano economico, psicologico e relazionale.

“Ed è per questo che doneremo l’intero ricavato al reparto di Pediatria e Neonatologia di Scorrano, avete un centro di eccellenza e insieme si può fare sempre di più”.

Il Dott. Carmelo Perrone, Direttore UOC Pediatria e Neonatologia PO Scorrano, nonchè Presidente Società Italiana Pediatria ospedaliera regione Puglia afferma “Il progetto Polo Pediatrico salentino si colloca all’interno della rete pediatrica regionale e aziendale che vede nell’organizzazione due modelli da proporre: il modello Hub e Spoke per la rete dell’emergenza e il modello web model per la rete della specialistica pediatrica. La Pediatria e Neonatologia di Scorrano è inserita nel Piano Regionale come Spoke della rete dell’emergenza neonatale e pediatrica e come nodo della rete specialistica Aziendale che si andrà a costruire”. Continua Perrone- “L’evento di settembre è un’occasione per costruire un’alleanza tra il reparto e la cittadinanza per ottenere la qualità assistenziale globale a cui noi tendiamo. Solo la relazione tra l’utenza e la pediatria ospedaliera crea la fiducia, che è il collante della buona sanità. I cittadini devono sapere che la pediatria di Scorrano ha raggiunto risultati eccellenti anche sugli indicatori della qualità assistenziale ed organizzativa. Abbiamo 12 posti letto di ricovero ordinario, Day Hospital e Day Service. Ambulatori specialistici di Allergologia con esecuzione di prove allergologiche e Spirometria, di Endocrinologia con risoluzione dei problemi di bassa statura, di malattie tiroidee e di diabete, Gastroenterologia con esecuzione di esami endoscopici, di Nefrologia e Neonatologia. Si eseguono tutte le prestazioni di ecografia pediatrica con elogio all’ecografia clinica a letto del bambino malato. Ecco perché sarebbe utile avere un ecografo portatile in dotazione. Credo che solo l’unione tra l’Istituzione Pediatrica Ospedaliera e la società civile possa condurre il Sistema Sanitario Regionale e salentino verso i traguardi, che tutti noi abbiamo nel cuore: l’appropriatezza delle prestazioni pediatriche con la cura dei bambini nel loro territorio, qualunque sia la patologia di cui sono affetti. Noi crediamo che centreremo questo obiettivo insieme”.