ASSOCIAZIONE TRIA CORDA ONLUS

Per il Polo Pediatrico del Salento

Tria Corda Onlus, attiva sul territorio dal 2012, nasce per aiutare i bambini malati del Salento e le loro famiglie.

Alcuni di noi hanno vissuto da vicino l’angoscia di una nascita prematura, di un ricovero in terapia intensiva per una patologia pediatrica complessa, del dover “scappare” fuori regione per salvare il proprio figlio.

Ad un certo punto ci siamo chiesti: Perché? Perché dover sempre intraprendere “viaggi della speranza”? Perché non poter rimanere nella propria terra per curare i nostri bambini?

Vogliamo realizzare nel Salento un Polo pediatrico pensato ad hoc per le esigenze fisiche e psicologiche dei piccoli pazienti e dei loro genitori per ridurre la migrazione verso centri specialistici di altre regioni, alla ricerca di risposte per problemi sanitari complessi, che in loco non si riescono a trovare.

Curarsi fuori regione grava negativamente sui bilanci della sanità pugliese e comporta costi ragguardevoli per le famiglie sul piano economico, psicologico e relazionale.

Tria Corda dà voce alle aspettative e alle speranze del Salento, vuole vincere l’inerzia e la diplomazia dei rinvii, per restituire priorità alla cultura sociale della vita, incominciando dai bambini malati e indifesi.

Abbiamo tracciato un viaggio e una meta che, fiduciosi, affidiamo alla vostra partecipazione e condivisione.

COSA FACCIAMO

Uniti per la cura e la salute dei bambini!

I nostri obiettivi

  • Ridurre la migrazione sanitaria abbattendo costi e disagi per famiglie e regione

  • Favorire attività formative e la ricerca biomedica puntando sul talento dei giovani e sulla collaborazione con altre realtà europee

  • Investire in progetti innovativi di eccellenza

  • Alleviare le sofferenze psico-fisiche e migliorare la qualità del soggiorno dei bambini malati e delle loro famiglie

  • Garantire il confronto multidisciplinare tra specialisti creando anche nuove opportunità di lavoro

  • Finanziare la formazione del personale, l’acquisto di macchinari di ultima generazione e l’attivazione di nuovi reparti pediatrici

  • Tenere alti gli standard di cura grazie alla preziosa collaborazione con i principali centri universitari italiani ed europei e la supervisione e il coordinamento del comitato scientifico di Tria Corda, composto da alcuni dei più prestigiosi pediatri italiani

Le nostre prossime sfide per i piccoli guerrieri

Allestire 2 posti di terapia intensiva pediatrica

Realizzare un reparto di neuropsichiatria infantile

Attivare la reumatologia pediatrica

VISION

Un Polo a misura di bambino

Il Polo Pediatrico del Salento sarà una grandissima occasione di crescita culturale, economica, sociale per tutto il territorio salentino, favorendo, in via indotta e attraverso il collegamento con enti di ricerca quali l’Università del Salento e il CNR, il sorgere e l’ampliamento di attività di ricerca e imprenditoriali.

La Onlus punta a far divenire il Polo Pediatrico del Salento un centro catalizzatore per la formazione, ricerca scientifica, clinica e applicata ai processi assistenziali, per attrarre giovani medici e infermieri pugliesi, che oggi sono costretti a trovare lavoro in altre regioni.

Intento di Tria Corda è realizzare un polo a misura di bambino, creando un’area interamente pensata per le sue esigenze. Vorremmo attuare un processo di modernizzazione, creando un Polo innovativo. A tale scopo, a luglio 2018, sono nati tre gruppi di lavoro Asl/Tria Corda e si occuperanno rispettivamente di obiettivi sanitari, logistici e strumentali per realizzare il progetto.

Ogni bambino vorremmo che avesse dei propri spazi, dove poter giocare, interagire con la famiglia.

Proponiamo soluzioni architettoniche e di accoglienza ai massimi livelli, ma soprattutto Tria Corda garantirà uno standard tecnologico alto. Tutto sarà pensato in funzione dei nostri piccoli pazienti: attiveremo nuovi reparti con pareti colorate, ludoteca, sala relax per i genitori, scuola, cinema, biblioteca, ristorante e un giardino per non rinunciare alla quotidianità della vita.

Obiettivo di Tria Corda è arrivare a condividere con Asl e Regione Puglia un progetto, che possa diventare riferimento per la pediatria, anche, in altre parti d’Italia.

LA NOSTRA STORIA

Tria Corda deriva dal latino “Tria corda”, cioè tre cuori, che il poeta salentino Quinto Ennio diceva di avere riferendosi alle tre lingue che usava: greco, latino e dialetto locale.

Noi, ricordandolo con affetto, abbiamo attribuito a Tria Corda una diversa trilogia: bambini, genitori e istituzioni.
Tria Corda Onlus, fondata nel febbraio del 2012, nasce per dare un’organizzazione razionale ed efficiente all’area pediatrica salentina. Uno studio dell’Associazione, con la collaborazione dell’ASL di Lecce e sotto l’avallo della Regione Puglia, ha messo in evidenza condizioni di disagio allarmanti.

Una anomalia grave e significativa riguarda l’eccessiva mobilità passiva, cioè la spiacevole condizione di molte famiglie di dover andare fuori regione per assicurare ai bambini cure specialistiche in centri accreditati a livello nazionale. Questo fenomeno ha un impatto negativo sul bilancio regionale e su quello delle famiglie, che si trovano nella condizione di dover subire disagi economici che ovviamente si sommano al disagio che si vive quando un bambino ha bisogno di cure e viene certamente meno la serenità di tutto il nucleo familiare.

La nostra proposta, recepita in un Protocollo d’Intesa con la Regione Puglia, prevede la creazione a Lecce di un Ospedale Pediatrico del Salento.
Una struttura specialistica di secondo livello che opera come centro di riferimento per le strutture pediatriche di primo livello presenti nelle ASL di Lecce e in stretto collegamento con la pediatria del territorio.

Oltre a riqualificare l’offerta per ridurre la mobilità passiva e le aree a maggior grado di in appropriatezza, si avrà cura di sviluppare la formazione e la ricerca biomedica tenendo alti gli standard di umanizzazione delle cure. In particolare saranno attivati tutti quei servizi (biblioteca, ludoteca, audioteca e servizi informatici) che assicurano al bambino la regolarità della sua vita di relazione.
Queste le nostre stimate, questo il nostro contributo per togliere all’immobilismo e alla confusione il centro della scena.

Clicca QUI per scaricare il “Protocollo d’intesa tra Regione Puglia, ASL di Lecce e Tria Corda”.

A Carlo Corchia

Ciao Carlo!
Ti saremo sempre grati per quello che ci hai dato. Resterai sempre con noi. Continueremo a lottare per realizzare il nostro progetto, per dare vita a quello che insieme avevamo sognato! I tuoi insegnamenti, i valori che ci hai trasmesso, l’entusiasmo e la passione per la pediatria, la determinazione nel perseguire un futuro diverso per la nostra terra, saranno sempre in ogni iniziativa di Tria Corda. Continuerai ad essere al nostro fianco, grazie!

Presidente Antonio Aguglia

Era il 28 novembre del 2011, un venerdì, quando ci conoscemmo durante i lavori del convegno “Il futuro dei nostri neonati tra ricerca e standard di cura” presso l’ex convento dei Teatini a Lecce, organizzato dall’Associazione l’Abbraccio.

Mi colpì subito il tuo interesse verso l’impegno di una giovane associazione.

Il giorno dopo, presentammo alla Stampa l’ambizioso progetto dell’ospedale pediatrico del Salento e tu, a differenza dei più, dimostrasti subito entusiasmo e interesse.

Infatti hai sempre creduto nella possibilità che le cose accadano.

Fu così che qualche giorno dopo ti scrissi chiedendoti di diventare il nostro referente scientifico.

Tria Corda doveva ancora nascere e tu, da sognatore appassionato del Salento, la tua terra, ti facesti coinvolgere senza dubbi in un’impresa definita da molti utopica.

Questo mi ha colpito di te, Carlo, dal primo giorno in cui ci conoscemmo! Credevi nelle persone, nei progetti, nelle possibilità, e il tuo sguardo lungimirante ha mosso le nostre azioni!

Il 3 febbraio del 2012 eri con noi dal Notaio il giorno in cui nacque Tria Corda e alla proposta della scelta del nome, quando ti parlai di Quinto Ennio e del richiamo alla vecchia Rudiae ti brillarono gli occhi, la scelta ti piacque subito.

Eri solito parlare di medicina e di scienza inserendo spesso riferimenti alla storia e alla letteratura, altre tue passioni.

Ricordo il primo anno di collaborazione con il Veliero Parlante a Copertino; l’incontro con i ragazzi dei Licei alle Officine Cantelmo sull’importanza della prevenzione prima del concepimento. I ragazzi restavano affascinati dalle tue parole e dai tuoi argomenti e ti avrebbero ascoltato per ore.

Abbiamo trascorso insieme tanti momenti in un viaggio che non è ancora finito e tu riuscivi sempre a indicarci il percorso, anche nei momenti bui in cui sembrava di doverci fermare.

Ti piacque molto anche la scelta dei tre sostantivi che accostavano il nostro logo: Passione, Intelletto, Volontà, perché ti riconoscevi.

Sei stato al nostro fianco fino all’ultimo; il 12 novembre scorso infatti hai messo per iscritto le linee guida per l’importante progetto da presentare alla Fondazione Mediolanum sulla rianimazione e terapia intensiva pediatrica.

Il 6 febbraio a Milano la tua assenza era più forte che mai: avresti dovuto esserci tu, Carlo, mente scientifica di Tria Corda, a presentare il progetto con il tuo sguardo limpido e appassionato.

E quando ci è stato detto che eravamo uno dei 3 progetti scelti, avremmo voluto festeggiare con te.

Quando firmammo il protocollo d’intesa con ASL e Regione Puglia, citammo una frase di Nelson Mandela :” Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso”!

Carlo, per noi sei questo, un medico e un amico tra i sognatori che non si arrendono mai!

Presidente Antonio Aguglia

Struttura associativa

Presidente
Antonio Aguglia
antonio.aguglia@triacordaonlus.it

Consulente aziendale
Federico Castriota-Scanderbeg
federico.castriota-scanderbeg@triacordaonlus.it

Responsabile medico
Assunta Tornesello
assunta.tornesello@triacordaonlus.it

Responsabile eventi
Maria Eugenia Congedo
mariaeugenia.congedo@triacordaonlus.it

Delegazioni territoriali, imprese amiche & fundraising
Danila Montinari
danila.montinari@triacordaonlus.it

Comunicazione ufficio stampa
Clarissa Rizzo
c.rizzo@triacordaonlus.it

Responsabile amministrativo e contabile
Daniele Sciolti
daniele.sciolti@triacordaonlus.it

Responsabile affari legali
Stefano Licci
stefano.licci@triacordaonlus.it

Segreteria
Alessandra Caruso
segreteria@triacordaonlus.it

Commercialista
Michele Del Coco

Responsabile rapporti rete sociale SoloXLoro
Mariangela Mocavero

Responsabile rapporti rete sociale SoloXLoro
Augusta Antonelli

Coordinatrice con Veliero Parlante
Giusy Ruggieri

Coordinatrice Api Tria Corda Onlus
Carlotta Quarta Colosso

Collegio probiviri

_0002_Claudio Alemanno - collegio probiviri

Claudio Alemanno

franco greco

Franco Greco

Adriana Aguglia

Comitato scientifico

Franca Benini
franca.benini@gmail.com

Responsabile Centro di Riferimento Veneto di Terapia del Dolore e Cure Palliative della Regione Veneto e Responsabile dell’Hospice Pediatrico di Padova. Responsabile del “Progetto Bambino” della Fondazione Maruzza Lefebre Onlus.

Margherita Caroli
margheritacaroli53@gmail.com

Pediatra di Famiglia. Nutrizionista. Già presidente ECOG (European Childhood Obesity Group); consulente OMS per l’obesità infantile.

Luigi Corvaglia
luigi.corvaglia@unibo.it

Responsabile U.O. di Terapia Intensiva Neonatale Policlinico S.Orsola-Malpighi di Bologna.

Maria Rosaria Filograna
mfilogr@tin.it

Pediatra di famiglia. Referente Nazionale SIMPe per la Qualità e l’Etica. Segretario Regionale SIMPe Puglia. Responsabile Ufficio Studi e Ricerca FIMP Lecce.Animatore della Formazione per la Regione Puglia. Coordinatrice Comitato Scientifico Tria Corda per i progetti di lavoro.

Michele Gangemi
migangem52@gmail.com

Pediatra di Famiglia. Direttore della rivista Quaderni ACP. Animatore della Formazione per la Regione Veneto e Membro del Comitato Etico dell’Azienda Universitaria di Verona.

Silvana Melli
dr.silvanamelli@gmail.com

Eugenio Mercuri
eumercuri@gmail.com

Direttore Di Neuropsichiatria Infantile Università Cattolica S. Cuore Roma Consulente Hammersmith Hospital di Londra.

Esperto internazionale di neurologia neonatale e di disturbi neuromuscolari dell’età pediatrica.

Paolo Siani
siani.paolo@gmail.com

Direttore U.O.C. di Pediatria dell’Ospedale Santobono-Pausillipon di Napoli.

Lucio Vitto
lucio_65@virgilio.it

Direttore Sanitario presso la Casa di Cura Villa Bianca di Lecce.

Specializzato in management sanitario presso la scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi di Milano